Il 28 gennaio 2016 si è tenuto un corso svolto dallo Chef Renato Cattapan, nonchè Presidente della Federazione Italiana Cuochi (F.I.C.) e proprietario del rinomato ristorante Ca' delle Anfore.

Hanno partecipato alcuni allievi delle classi 2^ e 3^ Cucina.

Il corso riguardava la panificazione e il lievito madre, ogni partecipante ha avuto una piccola dispensa con le spiegazioni e le ricette dettagliate dei prodotti proposti dallo Chef, tutti essenzialmente genuini e di ottima qualità.

Abbiamo avuto la fortuna di assaggiare dell'ottimo pane, i deliziosi cracker al farro, le straordinarie fette biscottate vegane e la squisita pizza.

Assaggiando questi prodotti si può capire la differenza notevole tra il pane venduto al supermercato e nei panifici e questo.

È stato veramente interessante assaggiare e scoprire nuovi prodotti, che personalmente non conoscevamo, per esempio la farina nordica.

Lo Chef Cattapan è stato veramente professionale e simpatico, e si poteva vedere che ci teneva molto. Inoltre abbiamo avuto la fortuna di conoscere il segretario dell'Associazione Cuochi Venezia e proprietario del ristorante Marco Polo di Mestre.

Grazie a questo corso si può capire l'importanza e il fascino del lievito madre e del suo uso nella panificazione.

Il lievito madre sta alla base per ottenere un ottimo impasto, è stato un ingrediente antico, la sua scoperta risale a 7.500 anni fa! Davvero impressionante la sua lunga storia che oggi arriva a noi come novità.

Il lievito si può suddividere in tre grandi gruppi:

  1. lievito di birra;
  2. lievito madre;
  3. lievito chimico.

Abbiamo scoperto vari tipi di farine, ad esempio quella mediterranea che fornisce al pane un sapore e un profumo di straordinaria fragranza.

Nel corso del dopoguerra sono state sviluppate le farine raffinate, così la popolazione ha cominciato a mangiare il pane "bianco", infatti era stata abituata a mangiare solamente il pane "nero".

Questo corso è stato veramente interessante, un'esperienza che consigliamo a tutti quelli che operano in questo settore, o anche a chi è "semplicemente" cursioso e ne vuol sapere di più.

Sarà interessante provare a fare una delle ricette di questo importante chef e soprattutto di gustarle.

Articolo scritto da Cristina A. e Ginevra C., classe 3^ CUOCO A.F. 2015/2016